Frenkendorf

Com. BL, distr. Liestal; (1249: Frenchendorf). L'antico nucleo del villaggio è situato su un terrazzo della valle dell'Ergolz. Dopo il 1854, nel fondovalle si sviluppò Neu-F. lungo la linea ferroviaria Basilea-Olten. Pop: ca. 140 ab. nel 1585, 399 nel 1770, 769 nel 1850, 1267 nel 1900, 2169 nel 1950, 2705 nel 1960, 5044 nel 1970, 5703 nel 2000. Sullo Schauenburger Fluh (Schauenburg) sono state rinvenute fondamenta di un tempio galloromano (I-IV sec.), monete (235-350 d.C.) e resti di un posto di guardia di epoca moderna. La fortezza di Neu-Schauenburg risale al XIII sec., mentre le costruzioni precedenti sono probabilmente dell'XI sec.; il complesso venne ricostruito dopo il terremoto del 1356. Alt-Schauenburg fu abitato tra il 1275 e il 1356. F. fece parte della signoria di Schauenburg, che dipese prima dai von Frohburg e poi dal vescovo di Basilea, e i cui diritti di alta e bassa giustizia passarono più tardi a Liestal. Nel XIV-XV sec. i signori von Eptingen di Pratteln acquisirono gran parte del villaggio e lo vendettero tra il 1517 e il 1525 alla città di Basilea. F. fu incluso nel baliaggio di Liestal, mentre l'alta giustizia continuò a essere amministrata dal baliaggio di Farnsburg. Sul piano ecclesiastico il villaggio apparteneva alla parrocchia di Munzach e dal 1765 costituì un com. parrocchiale con Füllinsdorf. La cappella, costruita nel XII-XIII sec., dipese dopo la Riforma dal vicariato di Liestal; nel 1616 venne elevata a chiesa, dedicata a S. Margherita. La chiesa fu ampliata nuovamente nel 1686 e nel 1721. Nel 1832 F. aderì al cant. di Basilea Campagna. La pop. viveva soprattutto di campicoltura e viticoltura, a cui si aggiunse nel XIX sec. l'industria tessile. Nel 1854 fu aperta la linea ferroviaria Basilea-Liestal, con una stazione a F. (F.-Füllinsdorf dal 1936), attorno alla quale si sviluppò il quartiere operaio di Neu-F. Dopo il 1960 il com. ha conosciuto una forte crescita demografica che ha portato all'edificazione delle zone a vigna, alla nascita di nuovi quartieri abitativi e all'insediamento di numerose industrie attorno all'antico nucleo del villaggio. Il museo locale è stato aperto nel 1978.


Bibliografia
– T. Strübin, «Das gallo-römische Höhenheiligtum auf der Schauenburgerflue», in HA, 5, 1974, 34-46
Heimatkunde Frenkendorf, 1986
Gemeinde Frenkendorf, 1991

Autrice/Autore: Brigitta Strub / npi