Oberwil (BL)

Com. BL, distr. Arlesheim, situato nel Leimental centrale; (1102-03: Oberuuilre). Pop: 109 fuochi nel 1722/23, 794 ab. nel 1850, 1516 nel 1900, 2540 nel 1950, 6678 nel 1970, 9363 nel 2000. Il fertile terreno argilloso (l÷ss) e la posizione collinare, che proteggeva dalle inondazioni del Birsig, favorirono un precoce insediamento nell'area attorno a O. Lo testimoniano cocci della tarda etÓ del Bronzo, tracce di un forno per la ceramica del La TŔne finale e resti di un quartiere di vasai del VII sec. d.C. Durante i lavori di restauro interni della chiesa catt. (1964-65) furono rinvenuti reperti che sembrano indicare la presenza di una villa romana del I-II sec. e tombe a lastre del VII-X sec. con corredi funebri (tra l'altro una fibbia di ferro damaschinata in argento). Divenuto probabilmente proprietÓ del vescovo attorno all'anno Mille in seguito a una donazione del re, il villaggio tra il XIV e il XV sec. fu ripetutamente dato in pegno dal vescovo; dal 1435 O. fece parte del baliaggio di Birseck del principato vescovile di Basilea. Fino alla Riforma la parrocchia di O. non appartenne al capitolo del Leimental, ma ai cosiddetti sette villaggi liberi (vagantes extra civitatem Basiliensem) e faceva quindi capo alla cappella di S. Giovanni della cattedrale di Basilea per i battesimi e le festivitÓ ecclesiastiche pi¨ importanti. Il vescovo di Basilea deteneva i diritti di collazione della chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo. La chiesa attuale (1896) fu costruita su strutture precedenti del VII e XIV sec. e del 1696. Divenuto rif. in base al trattato di comborghesia con Basilea del 1525, il vescovo riport˛ il villaggio alla fede. catt. nel 1598 ca. Luogo di frontiera su suolo imperiale, durante la guerra dei Trent'anni O. subý devastazioni talmente pesanti da cadere in povertÓ ed essere attribuito alla chiesa di Therwil; in seguito divenne nuovamente una parrocchia autonoma (fino al 1820 insieme a Neuwiller in Alsazia).

Dopo la fine del dominio del principe vescovo sul Birseck (1792) e il crollo dell'effimera Repubblica rauracica, O. pass˛ alla Francia e fu assegnato ai Dip. del Mont-Terrible (1793-1800) e poi dell'Haut-Rhin (1800-15). Integrato nel 1815 nel cant. Basilea, in occasione della divisione cant. (1832-33) il villaggio pass˛ a Basilea Campagna. La cosiddetta disputa di O. (1834-37), che oppose liberali e conservatori, vertÚ sui principi del diritto di collazione. Il conflitto si inasprý al punto da indurre il governo a inviare a O. un distaccamento di ca. 700 soldati; la contesa si concluse con la destituzione dell'intero esecutivo com.

Situato sulla strada tra l'Alsazia e la valle della Birsa, O. rimase a lungo un villaggio rurale caratterizzato dalla campicoltura e dalla viticoltura. Verso la fine del XIX sec. nel com. iniziarono a insediarsi attivitÓ industriali (1878, birrificio Waldschl÷sschen; 1897, fabbrica di laterizi meccanizzata, chiusa nel 1997) e artigianali. Nel 1893 Stefan Gschwind fond˛ la cooperativa di produzione e consumo di O. (unita nel 1919 alla Cooperativa generale di consumo di Basilea, ACV). Dal 1887 la ferrovia della valle del Birsig (futura Baselland Transport AG, BLT) colleg˛ il Leimental a Basilea; trasportava i lavoratori del Leimental in cittÓ e i pattinatori verso il popolare stagno ghiacciato di O., che riforniva Basilea (soprattutto l'ACV) di ghiaccio. In seguito al boom demografico del secondo dopoguerra, O. si trasform˛ da villaggio di contadini in com. periferico di Basilea, determinando un progressivo mescolamento confessionale del com. originariamente catt. Nel 1912 fu istituito il com. parrocchiale rif. Il primo piano regolatore risale al 1948. Fino al 1979 furono realizzate numerose costruzioni, spec. nelle zone di Rebgarten, Guldental, Auf der Wacht e Kummelen; nel decennio 1990-2000 l'espansione edilizia tocc˛ il Bertschenacker. Gli sforzi compiuti attorno al 1950, volti a incrementare il numero di industrie a O., non ebbero successo (nel 1950 ca. metÓ della pop. attiva erano pendolari in uscita, ca. i tre quarti nel 2000). Il com. si afferm˛ per contro come centro scolastico del Leimental (circoscrizione della scuola reale O.-Biel-Benken, 1963; liceo cant., 1972) e quale fulcro del commercio al dettaglio, fortemente marcato dal piccolo artigianato (area artigianale MŘhlematt); nel 2005 il settore terziario forniva l'82% dei posti di lavoro a O. Nel 1981 la BLT vi aprý un deposito e un'officina. La revisione del piano regolatore del 1979 mirava a proteggere le aree agricole e silvicole e a conservare il nucleo storico di O.


Bibliografia
– AA.VV., Heimatkunde von Oberwil, 1989
SPM, 6, 396 sg.

Autrice/Autore: Brigitta Strub / rza