Illnau-Effretikon

Comune ZH, distretto Pfäffikon; (745: Illenavvia, Erpfratinchova; fino al 1973 Illnau). Situato nella parte media della valle della Kempt, comprende i villaggi di Illnau, Effretikon con Rikon, Ottikon, Bisikon e, dal 2016, Kyburg, oltre alle frazioni di Agasul, Bietenholz, Billikon (in parte), First, Horben, Kemleten, Luckhausen, Mesikon (in parte) e Oberkempttal. Pop: 878 ab. nel 1634, 2525 nel 1799, 2845 nel 1850, 2767 nel 1900, 4357 nel 1950, 13'693 nel 1970, 14'566 nel 1990, 14'491 nel 2000.

Singoli reperti dell'età della Pietra rinvenuti nel Wildert e corredi funerari del Bronzo e del Ferro ritrovati presso Bisikon e Luckhausen indicano un insediamento precoce. Numerose vestigia altomedievali, tra cui la necropoli a tumulo dello Studenbrunnenholz e gli atti di donazione della stirpe di Beata-Landolt a favore del convento di San Gallo, attestano una colonizzazione alemannica nell'VIII sec. La chiesa di Illnau, menz. per la prima volta nella seconda metà dell'VIII sec., nel basso ME fu il centro di un'estesa parrocchia che comprendeva cappelle affiliate a Kyburg, Ottikon, Rikon, Tagelswangen, Rossberg e Unter-Illnau. Grazie a una donazione di Adalbert von Mörsberg, nel 1125 i diritti di patronato della chiesa di S. Martino passarono, insieme a vasti beni, al convento di Allerheiligen a Sciaffusa (incorporazione nel 1348). Kyburg (1515-25), Rossberg (1525) e più tardi Winterberg, Kleinikon, Grafstal e Tagelswangen (1711) si separarono dalla parrocchia madre di Illnau, che nel 1525 aderì alla Riforma. Dopo la soppressione del convento di Allerheiligen (1529), Sciaffusa rilevò i diritti di collazione, poi ceduti a Zurigo (1834). Fino al 1832 le decime furono riscosse principalmente dal convento di Allerheiligen, risp. da Sciaffusa; nel ME altri importanti proprietari fondiari furono i conventi di Einsiedeln e di Sankt Johann nella valle della Thur. I diritti di baliaggio, detenuti dai von Kyburg nel XIII sec., nel 1264 passarono agli Asburgo, i cui ministeriali nel XIV sec. risiedettero nella Moosburg presso Effretikon e probabilmente nella fortezza di Kemleten. Insieme alla signoria asburgica di Kyburg, la parrocchia di Illnau passò sotto il dominio zurighese (1424 risp. 1452); in seguito costituì, con Kyburg, Lindau, Brütten, Volketswil e alcune curtes, una circoscrizione giudiziaria all'interno del baliaggio di Kyburg (Illnauer Teil), con proprio vicebalivo. Nel corso del XVI e XVII sec. nella parrocchia di Illnau si svilupparono le comunità di villaggio di Ober-Illnau, Unter-Illnau, Ottikon, Rikon e Bisikon, che mantennero la loro autonomia com. (Zivilgemeinden) fino al 1929-31.

Dopo il 1798 le frazioni sulla riva destra della Kempt costituirono la Zivilgemeinde degli Obere Höfe, mentre Effretikon, Bietenholz e Moosburg formarono nel 1811 quella degli Untere Höfe. Il com. politico, istituito nel 1798 sul territorio della parrocchia, fino al 1803 appartenne ai distr. elvetici di Fehraltorf e Bassersdorf, poi a quello di Bülach (fino al 1813), dal 1814 al baliaggio (Oberamt) di Kyburg e infine al distr. di Pfäffikon (dal 1831). La campicoltura fu da sempre dominante; nelle cinque comunità di villaggio si diffuse l'artigianato rurale (attestato nel 1710). Verso la fine del XVII sec. si affermò l'industria tessile a domicilio, occupando nel 1787 il 40% della pop. Dopo l'apertura di filande sulla Kempt (1816-30) e la costruzione di una strada, il fulcro del com. si spostò da Ober-Illnau (chiesa) verso Unter-Illnau (centro industriale). Nel 1855 a Effretikon fu aperta una stazione sulla linea Oerlikon-Winterthur che, collegata alle linee di Pfäffikon (con stazione a Illnau) e di Kloten (1876/77), divenne un importante nodo ferroviario. La differente ubicazione delle due località rispetto alle vie di comunicazione si manifestò anche nello sviluppo urbanistico: dal 1900 Effretikon e Rikon conobbero un'espansione, mentre Illnau e le altre località non subirono variazioni. L'intensa attività edilizia a Effretikon (1955-72) trasformò radicalmente l'aspetto del com.: nel 1970 l'81% degli ab. viveva nella zona urbana di Effretikon, l'11% nel villaggio di Illnau e l'8% in campagna. Lo sviluppo di Effretikon determinò il trasferimento dell'amministrazione com. (1972), la modifica del nome in Illnau-Effretikon (1974) e l'introduzione di un legislativo. Grazie all'insediamento di piccole e medie imprese industriali, il rapporto tra posti di lavoro e numero di ab. migliorò. Nel 2000, a fronte dei 5668 pendolari in uscita, I. offriva 4923 posti di lavoro, di cui una minima parte nel settore primario, quasi un terzo nel secondario e due terzi ca. nel terziario. Dal 1997 nuove costruzioni vengono realizzate in misura crescente anche a Illnau.


Bibliografia
MAS ZH, 3, 1978, 76-108
– H. Kläui, U. Müller, Illnau-Effretikon, 2 voll., 1983-1992

Autrice/Autore: Ueli Müller / rza