01/05/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Nunningen

Com. SO, distr. Thierstein; (1152: Nunningen). N. comprende le frazioni di Engi (con il mulino) e Roderis. Pop: 405 ab. nel 1739, 762 nel 1798, 1175 nel 1850, 1046 nel 1900, 1275 nel 1950, 1843 nel 2000. Sono stati rinvenuti reperti del Bronzo finale sulla Portifluh, monete celtiche e romane nonchÚ tombe altomedievali. Nel 1527 il villaggio pass˛ a Soletta con la signoria di Gilgenberg. N. forma, insieme a Zullwil, la parrocchia di Oberkirch. La cappella di S. Wendelino risale al XVII sec., quella di S. Anna probabilmente al XVIII sec. La nicchia nella roccia di Sankt Fridli (XVII sec.) trae forse le sue origini da un santuario sorgivo avvolto nella leggenda. Nel 1529 la localitÓ si pronunci˛ a favore della Riforma. N. era un villaggio di contadini molto modesto, i cui ab. si procuravano entrate accessorie con il lavoro a maglia. Nel XIX sec. numerose fattorie, in parte sparse, oltre all'agricoltura erano dedite all'orologeria e alla lavorazione della paglia e della seta. Nel XX sec. a N. venne estratto il gesso (per un breve periodo) e furono prodotti articoli in metallo, ferro e plastica, spazzole e pettini nonchÚ vestiti. Dal 1923 N. Ŕ sede di una scuola distr. Nel 2000 i due terzi della pop. attiva erano costituiti da pendolari in uscita.


Bibliografia
Nunningen, 1996
– R. M. Kully, Solothurnische Ortsnamen, 2003, 518-520

Autrice/Autore: Lukas Schenker / mku