Himmelried

Com. SO, distr. Thierstein; (1288 e non 1208: in villa Heimenriet). Situato sul versante meridionale dell'Homberg sopra la valle di Kaltbrunnen, il villaggio comprende le frazioni di Steffen, Baumgarten e Schindelboden, come pure alcune fattorie isolate. Pop: 181 ab. nel 1739, 316 nel 1798, 434 nel 1850, 458 nel 1900, 451 nel 1950, 946 nel 2000. Nel luogo denominato Kastelh÷hle sono state rinvenute vestigia paleolitiche risalenti al Musteriano (nello strato inferiore) e al Magdaleniano (nella parte superiore), che costituiscono le pi¨ antiche tracce antropiche nel cant. Soletta. Disseminati sul territorio com. sono stati rinvenuti anche reperti romani. Parte della signoria vescovile di Pfeffingen, H. pass˛ nelle mani dei conti von Pfeffingen-Thierstein. Nel 1517 il villaggio fu venduto al vescovo di Basilea, che a sua volta lo cedette a Soletta nel 1527: H. dipese dal baliaggio e dalla giurisdizione di Thierstein. Sul piano ecclesiastico il villaggio faceva capo a Oberkirch, ad eccezione di Schindelboden, che ancora oggi Ŕ legato a Breitenbach. Nel 1795 fu istituito un vicariato, divenuto una parrocchia indipendente nel 1804. Il com. ha mantenuto fino a oggi un carattere rurale, in cui predominano l'economia lattiera e l'allevamento. Nell'etÓ moderna veniva praticato l'avvicendamento triennale delle colture. Nel 1768 si contavano sette equipaggi completi di animali da tiro e 12 a metÓ, 16 Tauner e cinque fuochi indigenti. Oltre alla segheria e falegnameria sorta attorno al 1895, la principale fonte di impiego era la cartiera a Grellingen. Il collegamento di H. alla rete stradale, avvenuto alla fine degli anni 1950-60, diede inizio a un flusso migratorio dalla regione di Basilea, che avvi˛ un intenso sviluppo edilizio. Nei decenni successivi il villaggio si Ŕ trasformato in un com. residenziale con numerosi pendolari in uscita verso l'agglomerato di Basilea.


Bibliografia
Himmelried (Kanton Solothurn), 1988
– R. M. Kully, Solothurnische Ortsnamen, 2003, 368-371

Autrice/Autore: Lukas Schenker / srg