No 3

Früh, Kurt

nascita 12.4.1915 San Gallo,morte 24.3.1979 Boswil, rif., di Ganterschwil. Figlio di Huldreich, funzionario postale, e di Theres Bscheidl. Fratello di Huldreich Georg ( -> 1) ∞ Eva Langraf, attrice. Nel 1926 si trasferì con la fam. a Zurigo, dove dopo la maturità iniziò studi di lingue e musica alla locale Univ. Dal 1933 fu direttore, autore e regista della Volksbühne di Zurigo, che era allora influenzata da Bertolt Brecht. Scrisse anche canzoni per i Cabaret Cornichon, Pfeffermühle e per la Bärentatze, di cui fu cofondatore a Berna (1936). Da allora girò cortometraggi e filmati pubblicitari per la Central Film di Zurigo, a volte in collaborazione con Hans Richter; dal 1940 operò inoltre come capomontaggio per il Cinegiornale sviz. Dopo aver messo in scena varie opere teatrali e corali musicate dal fratello Huldreich Georg (fra cui Der neue Columbus con Albert Ehrismann nel 1939), fu assistente di Leopold Lindtberg nei suoi ultimi tre film (1949-53). Regista del film Il poliziotto Wäckerli (1955), con Schaggi Streuli come protagonista, F. consolidò la propria fama di regista dialettale grazie a La panetteria Zürrer (1957), film con Emil Hegetschweiler ambientato nel quartiere della Langstrasse di Zurigo fra piccoli commercianti, barboni e alcolizzati; in opere successive quali Café Odéon o Hinter den sieben Gleisen (entrambe del 1959) non raggiunse però più lo stesso livello. Lasciò la fiction per dirigere il settore teatrale della televisione sviz. (1964-67), dove fu autore di numerose rappresentazioni. Come docente di cinema presso il Museo di arti applicate di Zurigo (1967-69) si avvicinò al nuovo cinema sviz., a cui appartengono gli ultimi due film della sua carriera: Dällebach Kari (1970) e Der Fall (1972).


Opere
Rückblenden, 1975
Bibliografia
– H. Dumont, Histoire du cinéma suisse, 1987

Autrice/Autore: Felix Aeppli / vfe