15/11/2006 | segnalazione | PDF | stampare | 

Hittnau

Com. ZH, distr. Pfäffikon; (905: Hittenouva). Comprende le località di Oberhittnau, Unterhittnau, Dürstelen, Isikon, Hasel, Schönau e Hofhalden, situate fra Pfäffikon e la valle della Töss. Pop: ca. 165 ab. nel 1467, 422 nel 1634, 1300 nel 1762, 1983 nel 1836, 1817 nel 1850, 1338 nel 1900, 1255 nel 1910, 1320 nel 1950, 1347 nel 1980, 2965 nel 2000. A causa della sua altitudine (640-770 m), H. fu colonizzato soltanto nell'alto ME. L'alta giustizia, passata a Zurigo nel 1424 (e in via definitiva nel 1452 insieme alla contea di Kyburg), fu esercitata dal baliaggio di Kyburg fino al 1798. Nella fortezza di Werdegg, situata fra Unterhittnau e Dürstelen, risiedeva una fam. di ministeriali (menz. nel 1229) che instaurò sull'insieme del territorio com. una signoria con diritto di bassa giustizia (dotata di statuto nel 1473), rimasta in vigore fino al 1798. La cappella di Oberhittnau, menz. per la prima volta nel 1275, era una filiale di Pfäffikon fondata probabilmente dai von Werdegg. Dopo la costruzione della chiesa (1708), il com. odierno si staccò dalla parrocchia di Pfäffikon (1713). I diritti di collazione spettavano al Piccolo Consiglio di Zurigo. In epoca moderna Oberhittnau, Unterhittnau, Dürstelen, Isikon e Hasel divennero comunità di villaggio che potevano limitare l'accesso alla cittadinanza (dal 1574); nel XIX sec., in virtù del loro statuto di Zivilgemeinden (abolito fra il 1929 e il 1931), conservarono una certa autonomia. Il com. di H., costituito nel 1798 sul territorio della comunità parrocchiale, fu assegnato definitivamente al distr. di Pfäffikon nel 1831. Il mulino di Balchenstahl, ancora oggi in funzione, è documentato dal 1463. L'industria domestica del cotone, che nel 1787 dava lavoro a una buona metà degli ab., determinò nel XVII e XVIII sec. un incremento demografico. Con il suo declino agli inizi del XIX sec. cominciarono a spopolarsi soprattutto le località situate alle altitudini più elevate; le condizioni di vita dell'epoca furono descritte da uno scrittore di Isikon, Jakob Stutz. All'inizio del XIX sec. l'industria tessile sul torrente Luppmen venne meccanizzata, ma non furono aperti grandi stabilimenti. Nel 1847 fu costruita la strada cant. Pfäffikon-Unterhittnau-Saland. Verso la fine del XIX sec. si riaffermò l'industria domestica (produzione di ricami). Nel XX sec. si svilupparono aziende artigiane, soprattutto a Unterhittnau. Dopo la costruzione di case unifam. nelle zone residenziali negli anni 1980-2000, si è registrato un forte aumento della pop.


Bibliografia
– A. Heer, P. Ganz, Heimatkunde Hittnau, 1957
MAS ZH, 3, 268-282
– AA. VV., Hittnau, 2005

Autrice/Autore: Ueli Müller / vfe