15/09/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Bärschwil

Com. SO, distr. Thierstein. Villaggio situato in una valle laterale della Birsa, comprendente le località di Wiler e Schmelzi; (1194: Bermeswile; antico nome franc.: Bermeveiller). Pop: 438 ab. nel 1739, 452 nel 1800, 656 nel 1850, 687 nel 1900, 964 nel 1950, 872 nel 2000. In località Gupf esisteva probabilmente un'antica fortificazione. Il convento di Beinwil possedeva beni a B., menz. già nel 1194. La parrocchia è attestata nel 1441 quale beneficio del decanato del Leimental. Nel 1527 il vescovo di Basilea cedette B. a Soletta, con i diritti di alta e bassa giurisdizione, di decima e di patronato. Durante la Riforma il com. scelse la fede rif. Dal 1533 la parrocchia, ridivenuta catt., fu unita a Rohr-Breitenbach; di nuovo indipendente dal 1619, ne fece parte anche Grindel fino al 1864. La chiesa di S. Luca, menz. nel 1548, venne ampliata nel 1727 e nel 1928. Verso il 1800 venne costruito il ponte sulla Birsa, che sostituì l'antico guado e la passerella. La fonderia di ferro in località Schmelzi (limonite in grani) fu rinnovata nel 1675; nel 1775 fu costruita una vetreria, che fu attiva fino al 1856. Lo stabilimento termale risale al 1867. Nel 1875 iniziò la fabbricazione di calce e, successivamente, di gesso (estrazione in loco). La fabbrica di cemento, del 1908, fu trasformata nel 1913 in uno stabilimento per la produzione di terrazzo. La stazione della Ferrovia Basilea-Delémont, costruita nel 1875 in località Schmelzi, è oggi l'unica delle FFS nel distr. Nel 1980 il 27% della pop. attiva era impiegata nel settore primario, il 36% nel secondario. La percentuale di pendolari in uscita (68%) è indice dello sviluppo recente del com.


Bibliografia
– P. J. Affolter, Schmelzi und Glashütte bei Bärschwil, 1951
MAS SO, 3, 1957, 141-147
– A. Fringeli, Bärschwil, 1981

Autrice/Autore: Lukas Schenker / lss