06/12/2004 | segnalazione | PDF | stampare | 

Fahr

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Priorato benedettino in un'exclave argoviese nel cant. Zurigo; (1130: Vare). F. non appartiene a nessun com., anche se alcune funzioni amministrative vengono assunte dalle autorità di Würenlos, dove gli ab. di F. esercitano anche i diritti politici. Dedicata a Maria, F. apparteneva in origine alla diocesi di Costanza, ma dal 1828 fa parte della diocesi di Basilea.

Nel 1130 Lütold II von Regensberg cedette la sua proprietà di F. all'abbazia di Einsiedeln, a condizione che vi fosse stabilito un convento benedettino. I diritti di baliaggio restarono fino al 1306 nelle mani dei von Regensberg, in seguito passarono a membri del patriziato cittadino di Zurigo e alla fam. Meyer von Knonau (1434-1798). Signore del convento fu fin dagli inizi l'abate di Einsiedeln, che inviava un conventuale a F. come preposito. I possedimenti del priorato nel ME erano situati principalmente a Weiningen e Engstringen. La viticoltura costituiva la più importante fonte di guadagno. Al convento erano sottoposte la cappella di S. Nicolao (oggi di S. Anna), la chiesa conventuale edificata a F. nel tardo ME e la chiesa di Weiningen. Verso il 1530 il convento venne soppresso in seguito alla Riforma, ma nel 1576 fu riaperto accogliendo due suore di Engelberg. La ripresa economica dopo il 1600 favorì un'intensa attività edilizia: nel 1678 fu edificata la locanda Zu den zwei Raben, venne ricostruito l'edificio conventuale (1685-96) e restaurato il campanile; fu costruito il refettorio (Johann Moosbrugger, 1703-04) e l'edificio della prepositura (1730-34). Fra il 1743 e il 1746 la chiesa fu ristrutturata e adornata con affreschi dei fratelli Torricelli (e importanti pitture sul muro del cimitero). In seguito alla divisione dell'antica contea di Baden (1803), i cant. di Argovia e Zurigo si accordarono per assegnare al primo il priorato di F. come exclave, al secondo le rimanenti proprietà del convento. Le ingerenze del cant. Argovia nei confronti dei conventi aumentarono progressivamente, raggiungendo il culmine nel 1841 con la loro soppressione, che fu però revocata nel 1843 per i conventi femminili. Le successive trattative fra Einsiedeln e il cant. Argovia sulla stima dei beni e sui rapporti reciproci si conclusero solo nel 1932: F. ottenne l'autonomia amministrativa sotto la sorveglianza dello Stato. Nel 1944 al convento fu annessa una scuola per contadine. Nel 2000 il convento ospitava 33 suore (solo sette nel 1873).


Bibliografia
– L. Kohler, Fahr, Einsiedeln und der Kanton Aargau im 19. Jahrhundert, 1979
HS, III/1, 1760-1806
– H. Arnet, Das Kloster Fahr im Mittelalter, 1995
MAS AG, 7, 1998, 276-376
Das Kloster Fahr, 2003

Autrice/Autore: Hélène Arnet / sgh