No 4

Bratschi, Peter

nascita 23.10.1886 Sankt Stephan, morte 5.12.1975 Berna, rif., di Lenk. Figlio di Peter ( -> 3). Fratello di Hermann ( -> 2). ∞ Maria Sigrist. Dopo l'apprendistato di meccanico, nel 1912 entrò a far parte dell'amministrazione centrale della Federazione sviz. dei lavoratori metallurgici (FLMO dal 1915), all'interno della quale si occupò della formazione continua e della stampa (fu anche redattore della SMUV-Zeitung, giornale del FLMO, a Berna dal 1950 al 1956). Dal 1924 al 1940 rappresentò il partito socialista nel Gran Consiglio bernese. Nelle sue opere letterarie, che egli considerava uno strumento per raggiungere l'uguaglianza sociale, B. ricorreva spesso alla forma sobria della poesia, del racconto e dello schizzo rapido. Trasse più volte ispirazione dalla sua biografia, spec. nei racconti Dem Dorfschulmeister sein Ältester (1920), Passwärts (1946), Die Melchiorbuben (1948) e Im Wandelgrün (1955). Fu autore di drammi (l'ultimo, Der Berg, del 1946) e di lavori dialettali; nel dialetto dell'Obersimmental sono scritte anche le ballate di Dem Leben zugetan (1959), l'ultima delle sue cinque raccolte di poesie.


Bibliografia
– AA. VV., P. Bratschi und seine Heimat, 1946
– G. Wyss, Weggefährten, 1958

Autrice/Autore: Rätus Luck / cal