No 1

Bitter, Arthur

nascita 7.10.1821 (Samuel Haberstich) Ried (com. Worb),morte 24.2.1872 Berna, rif., di Oberentfelden. Figlio di Johann Jakob Haberstich, fabbro, e di una figlia di un fabbricante. ∞ (1848) Anna Margaritha Dieffenbach. Dopo una formazione come scrivano, fu impiegato presso la cancelleria del Dip. bernese delle finanze (1838-46). Frequentò le lezioni di filosofia e diritto all'Univ. di Berna ed entrò in contatto con la cerchia dei radicali di Jakob Stämpfli. A partire dal 1846 B. lavorò come scrittore e libero giornalista sotto pseudonimo. Redattore del settimanale politico-satirico Der neue Gukkasten (1849-51), nel 1851 fondò il foglio che ne prese il posto, Schweizerisches Charivari. Accusato di satira politica ed espulso dal cant. Berna (1851), B. visse a Soletta, Morat e Zurigo. Nel 1856 ritornò nel cant. Berna. Redattore di parecchie testate e autore di testi d'appendice, tra l'altro per le Basler Nachrichten e la NZZ, B. ebbe successo con i racconti di carattere parzialmente storico (Geschichten aus dem Emmental, 1857; Grüne Sträucher aus dem Schweizerlande, 1870).


Bibliografia
BLAG, 284-286
– Kosch, Deutsches Literatur-Lex., 1, 539

Autrice/Autore: Ruedi Graf / oma