• <b>Peter Bichsel</b><br>Lo scrittore nel 1965 quando, ancora maestro a Zuchwil, ottiene il premio degli scrittori tedeschi della "Gruppe 47" a Berlino (Biblioteca nazionale svizzera, collezione Photopress).

No 1

Bichsel, Peter

nascita 24.3.1935 Lucerna, di Busswil bei Melchnau. Figlio di Willi, maestro pittore e impiegato delle FFS, e di Lina Schär. ∞ (1956) Maria Theresia Spörri. Ha trascorso l'infanzia a Olten. Nel 1955 ha ottenuto a Soletta il diploma di maestro elementare; è stato insegnante dal 1955 al 1968, poi scrittore. Consigliere personale del Consigliere fed. Willi Ritschard (1973-80), ha collaborato con diversi giornali. Nel 1981-82 ha ottenuto la borsa (Stadtschreiber) di Bergen (Francoforte sul Meno). All'estero è conosciuto per i suoi racconti apparentemente idilliaci, come ad esempio Il lattaio e altri racconti (1967, ted. 1964). In Svizzera le opere letterarie Storie per bambini (1980; ted. 1969), Der Busant (1985), Cherubin Hammer und Cherubin Hammer (1999) hanno riscosso meno successo di saggi critici ed editoriali quali La Svizzera dello Svizzero (1970, ted. 1969) e Geschichten zur falschen Zeit (1979). B. è apprezzato per l'innovativa concisione e semplicità della sua lingua, che ritrae in modo originale la banalità della vita quotidiana piccolo-borghese. Ha vinto il premio della "Gruppe 47" (1965), il premio del libro ted. per la gioventù (1970), il premio Johann Peter Hebel del Land Baden-Württemberg (1986), il premio Schiller sviz. (1987), il premio Charles Veillon (2000) e il gran premio Schiller (2012).

<b>Peter Bichsel</b><br>Lo scrittore nel 1965 quando, ancora maestro a Zuchwil, ottiene il premio degli scrittori tedeschi della "Gruppe 47" a Berlino (Biblioteca nazionale svizzera, collezione Photopress).<BR/>
Lo scrittore nel 1965 quando, ancora maestro a Zuchwil, ottiene il premio degli scrittori tedeschi della "Gruppe 47" a Berlino (Biblioteca nazionale svizzera, collezione Photopress).
(...)


Bibliografia
– H. Bänziger, P. Bichsel, 1984 (19982)
– H. Hoven (a cura di), P. Bichsel, 1991

Autrice/Autore: Franziska Kolp / gga