Radegg

Rovina di una fortezza situata nel com. di Wilchingen (SH), costruita sulla sommità di uno sperone roccioso sporgente sul Wangental, a picco su tre lati, oggetto di ricerche tra il 1923 e il 1937. A nord est un pianoro antistante la rovina è protetto da un vallo e da un fossato di epoca imprecisata. Nel fossato, che circonda tre lati dello sperone roccioso, sono visibili tracce dell'estrazione di materiale. La rocca, costruita in un'unica fase, comprende da est verso ovest un'imponente torre, una costruzione o una corte con cisterna e una seconda torre. Lo spessore delle mura dei versanti esposti agli attacchi raggiunge i 4 m, mentre quello del muro meridionale, non minacciato, è di 2,8 m. La tipologia costruttiva, i conci d'angolo lavorati a bugnato e gli imponenti blocchi di pietra fanno risalire la fortezza al 1200 ca. Non è esclusa l'esistenza di un edificio precedente. R. fu distrutta probabilmente poco dopo il 1300. Non è accertato che la rocca sia appartenuta agli omonimi baroni.


Bibliografia
– K. Schib, «Chronik der Ausgrabungen und Geschichte der Herren von Radegg», in SchBeitr., 15, 1938, 228-260
– D. Reicke, "Von starken und grossen Flüejen", 1995, 111-112

Autrice/Autore: Heinrich Boxler / cne