Flumenthal (comune)

Com. SO, distr. Lebern; la sua parte settentrionale è situata su un terrazzo di detriti formato dall'Aar, quella meridionale è posta sulla riva del fiume. Pop: 346 ab. nel 1850, 483 nel 1900, 802 nel 1950, 1006 nel 2000. Sono stati ritrovati resti di villae romane nella foresta di Attisholz e nella Scharlenmatte. Nell'alto ME F. era situato lungo la Siggern, il torrente che delimitava il confine fra i ducati di Alemannia e Burgundia e tra le diocesi di Basilea e Losanna. Verso il 1050 il villaggio entrò a far parte della signoria di Balm, acquisita nel 1411 dalla città di Soletta; in seguito appartenne all'omonimo baliaggio (1487-1798) e dal 1803 al distr. di Lebern. I baroni von Balm fondarono la parrocchia di F., detenendone anche il patronato. Chiesa e patronato passarono nel 1411 alla città di Soletta. La chiesa attuale fu costruita nel 1513. L'agricoltura, modernizzata nel XIX sec., raggiunse il suo massimo sviluppo con la fondazione della cooperativa casearia F.-Hubersdorf (1879). Nel XX sec. F. divenne un com. residenziale con molti pendolari in uscita verso l'agglomerato di Soletta. Stabilitasi nel 1881 nella vicina Attisholz, l'industria della cellulosa divenne nel XX sec. un importante datore di lavoro. In seguito alla seconda correzione delle acque del Giura nel 1970 fu attivata la centrale elettrica di F.


Bibliografia
SolGesch.

Autrice/Autore: Urs Zurschmiede / did