Feldbrunnen-Sankt Niklaus

Com. SO, distr. Lebern, a est di Soletta, alle pendici meridionali del Giura; il territorio com. comprende anche la gola di Santa Verena; (1319: Velbrunnen). Pop: 232 ab. nel 1850, 275 nel 1900, 404 nel 1950, 701 nel 1980, 640 nel 1990, 756 nel 2000. Soggetta per le decime, come Sankt Niklaus, al capitolo solettese di Sankt Ursen, F. fece parte della circoscrizione di Soletta fino al 1720, quando i confini della città subirono un ridimensionamento. In seguito, e fino al 1798, assieme ad altri villaggi dipese dalla giurisdizione di Flumenthal, nell'omonimo baliaggio. Sul piano religioso fece capo al capitolo di Sankt Ursen; nel 1627 F. e Rüttenen (com. solo dal 1750 ca.) costituirono la parrocchia di Rüttenen-Sankt Niklaus. Fra le oltre 30 residenze patrizie dei dintorni di Soletta, F. conserva la più principesca, il castello di Waldegg, eretto negli anni 1682-84 per lo scoltetto Johann Viktor Besenval. Nella seconda metà del XX sec. il com. è divenuto un sobborgo elegante di Soletta; nel 2000 l'80% della pop. attiva era costituito da pendolari.


Bibliografia
– J. Amiet, Das St.-Ursus-Pfarrstift der Stadt Solothurn seit seiner Gründung bis zur staatlichen Aufhebung 1874, 1878
SolGesch., 1-2
Rüttenen, 2003

Autrice/Autore: Othmar Noser / vfe