Hüniken

Com. SO, distr. Wasseramt, situato su un terreno morenico, disposto in piccole frazioni sui due lati della cappella di S. Michele e confinante con Etziken; (1263/64: P. de Hunnechoven). Pop: 43 ab. nel 1798, 52 nel 1813, 79 nel 1850, 69 nel 1900, 78 nel 1950, 67 nel 2000. H. fece inizialmente parte della parrocchia di Kriegstetten e passò in seguito a quella di Aeschi, creata nel 1683. Acquisito nel 1341 dallo scoltetto solettese Conrad von Durrach, il diritto di collazione fu in seguito ereditato dalla fam. Spiegelberg, venne ceduto nel 1466 alla città di Soletta con il banno, la giurisdizione e il tribunale fondiario, e passò infine all'ospedale cittadino (1472), il principale esattore di decime di H. Nel 1801 il cant. riconobbe S. Michele quale giorno festivo com. I rif. fanno capo al com. parrocchiale di Derendingen. L'illuminazione elettrica fu introdotta nel 1909. H. è rimasta una località essenzialmente agricola: nel 2000 il settore primario garantiva più di tre quarti degli impieghi.


Fonti
Ein Dorf und seine Entwicklung, documentazione mostra, 1987 (presso Kunstmuseum, Soletta)
Bibliografia
SolGesch., 1-3
– L. Jäggi, A. Ingold, Solothurnisches Wasseramt, 1966

Autrice/Autore: Othmar Noser / ato