Pontegana

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Rovina di una massiccia torre quadrangolare del XII sec. nel com. di Balerna (TI) in localitÓ P., situata su un piccolo colle tra Balerna e Chiasso. La torre presenta nelle fondamenta alcuni resti di sarcofagi romani ed Ŕ cinta da un muro con feritoie (XV sec.). Sono attestati Ragifrit e Ragipert de Pontegano (risp. nel 789 e 810), probabilmente titolari di una curtis signorile a P. Una fortezza, eretta probabilmente nel X o XI sec., proprietÓ del vescovo di Como, fu conquistata da Milano nel 1124 durante la guerra decennale fra Como e Milano e venne restituita alla fine del conflitto. Ampliata nel 1380 ca., Ŕ menz. fino al 1508 come castrum de P.. Resti degli edifici furono utilizzati come magazzini fino al XVIII sec. inoltrato. Alcuni cavalieri di P. sono documentati fra la fine del XII e l'inizio del XV sec. La cappella di S. Ilario, cit. nel 1339, Ŕ scomparsa. Dal 2007 la rovina Ŕ di proprietÓ del cant.


Bibliografia
– Schaefer, Sottoceneri, 83, 170
– E. Clemente, źCastelli e torri della Svizzera italiana╗, in BSSI, 1974, 152 sg.
– O. Camponovo, Sulle strade regine del Mendrisiotto, 219762, 410 sg.
– H. Schneider, W. Meyer, Burgen der Schweiz, 2, 1982, 56 sg.

Autrice/Autore: Thomas Bitterli / vfe