Lostorf

Com. SO, distr. Gösgen; (1145-53: de Loztorf). Comprende il villaggio omonimo, situato sui contrafforti del Dottenberg e della Reitifluh, la frazione di Mahren e Bad L. Pop: 596 ab. nel 1739, 707 nel 1804, 1096 nel 1850, 1247 nel 1900, 1474 nel 1950, 3477 nel 2000. Sono stati rinvenuti reperti neolitici nel Buerfeld e di epoca romana nel rifugio del Gross Chastel. Sulle vestigia di una villa romana sorse la chiesa di S. Martino, attestata dal 1331 e il cui impianto originario risale al VII sec. La casa parrocchiale tardogotica fu eretta nel 1567 e la chiesa attuale nel XVII sec. La cappella di S. Giacomo a Bad L. è menz. la prima volta nel 1509, quella del castello di Wartenfels risale probabilmente alla seconda metà del XVII sec., mentre la cappella di S. Antonio a Mahren fu consacrata nel 1950. La comunità rif. di L. costituisce insieme a Obergösgen una circoscrizione della parrocchia di Schönenwerd; dal 1968 dispone di una chiesa e dal 1984 di un pastore. L. faceva parte della signoria di Wartenfels, con la quale nel 1465 fu ceduta a Soletta. Le fonti di Bad L., probabilmente già note in epoca romana, furono riscoperte nel 1412. Una lettera di infeudazione del 1490 attesta che gli stabilimenti termali fruivano del diritto d'asilo. Oggi la Thermalbad Lostorf AG attinge l'acqua termale da due sorgenti con acque gessose e da due sorgenti sulfuree. Dal 1933 la Mineralquelle Lostorf AG è una filiale della Eptingen AG. Dal 1836 al 1912 Mahren ebbe una propria scuola. Nel 1768 L. contava il maggior numero di grandi contadini nel baliaggio di Gösgen: accanto a 38 poveri e a 34 Tauner, vi erano 11 contadini proprietari. Dopo la ricomposizione parcellare (1947-49) prese rapidamente avvio l'edificazione del territorio com. L'insediamento di piccole imprese artigianali portò a un incremento dei posti di lavoro, ma non mutò il carattere tipicamente residenziale del com. Nel 1871 tra L. e Olten fu istituita una diligenza postale, nel 1924 un servizio di autopostali.


Bibliografia
– A. von Rohr, Die Geschichte Lostorfs und seiner Umgebung, 1989
– O. Flück, Lostorf, 1991

Autrice/Autore: Hans Brunner / mdi