Neu-Bechburg

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Fortezza nel com. di Oensingen (SO), su un terrazzo roccioso ai piedi del Roggen. L'epoca di costruzione e i committenti non sono documentati, ma i ritrovamenti, le fonti, la struttura e la tipologia architettonica (dongione a pianta circolare) rinviano alla seconda metà del XIII sec. I primi a risiedervi furono probabilmente i baroni von Bechburg. Nel 1313 la nüwe Bechburg è attestata come proprietà dei conti von Frohburg; in seguito passò in rapida successione nelle mani dei conti von Nidau, von Thierstein e von Kyburg. Nel 1415 Konrad von Laufen vendette la fortezza e la signoria a Berna, che designò Soletta come comproprietaria del neocostituito baliaggio di Bechburg. Nel 1463, in seguito a uno scambio, Soletta ne divenne l'unica proprietaria. Sede di baliaggio fino al 1798, dopo l'Elvetica cominciò il suo progressivo degrado e una parte del corpo centrale (costruita nel 1608) venne demolita. Nel 1835 la rocca fu rilevata dal banchiere basilese Johann Riggenbach. Gli importanti interventi di ristrutturazione e rinnovo, operati dal 1881, trasformarono la parte residenziale, ma lasciarono invariato l'aspetto esterno dell'edificio. Dal 1975 proprietà di una fondazione privata e sottoposta a importanti restauri, N. si presta attualmente ad accogliere manifestazioni culturali e sociali.


Bibliografia
– B. Rudolf, «Schloss Neu-Bechburg», in Jurablätter, 40, 1978, 49-63
– H. Sigrist, «Die Freiherren und Grafen von Bechburg/Falkenstein und ihre Burgen», in JbSolG, 65, 1992, 107-126

Autrice/Autore: Bruno Rudolf / mdi