29/11/2016 | segnalazione | PDF | stampare | 

Tscheppach

Ex comune SO, distretto Bucheggberg, dal 2014 forma con Aetigkofen, Aetingen, Bibern (SO), Brügglen, Gossliwil, Hessigkofen, Küttigkofen, Kyburg-Buchegg e Mühledorf (SO) il comune di Buchegg; (1334: Scheppach). Situato su una collina a sud del Biberental. Pop: 110 ab. nel 1798, 212 nel 1850, 162 nel 1900, 169 nel 1950, 190 nel 2000. Sono stati rinvenuti frammenti di laterizi romani. Come parte della signoria di Buchegg, dopo il 1391 T. venne annesso al baliaggio solettese di Bucheggberg e, dal 1470 al 1798, fece parte della bassa giurisdizione di Aetingen e dell'alta giurisdizione bernese di Zollikofen. La fam. Grimm, appartenente al patriziato cittadino di Soletta, fu titolare di diritti di decima a T. (1608-1754). Sul piano ecclesiastico il villaggio dipende dal com. parrocchiale di Aetingen-Mühledorf. Nel 1814, da un'assemblea svoltasi a T. partì un fallito tentativo di putsch contro il regime cant. della Restaurazione. Durante la crisi agraria degli anni 1850-60 il com. fornì aiuti finanziari agli ab. desiderosi di emigrare. La ricomposizione parcellare risale al 1962-72. T. è collegato alla linea di bus Lüterkofen-Schnottwil. Località a vocazione agricola ancora all'inizio del XXI sec., il suo aspetto è dominato dalla locanda Kreuz, eretta nel 1779 da Jakob Iseli di Messen.


Bibliografia
– P. Lätt, Bucheggberg, 1994
– R. M. Kully, Solothurnische Ortsnamen, 2003, 647-652
SolGesch., 4/II

Autrice/Autore: Beat Hodler / vfe