No 1

Zanchi, Girolamo

nascita 2.2.1516 Alzano (Lombardia), morte 19.11.1590 Neustadt an der Haardt (oggi Neustadt an der Weinstrasse, Renania-Palatinato). Figlio di Francesco Terenzio, giurista. ∞ 1) Violante, figlia di Celio Secondo Curione; 2) Livia Lumaga, figlia di Lorenzo, ricco commerciante di Piuro. Professò i voti (1531) e compì studi umanistici e teol. nel monastero di S. Spirito a Bergamo. Nel 1541 fu nominato predicatore della congregazione laterana dei canonici regolari di S. Agostino e inviato presso il convento di S. Frediano a Lucca dove, influenzato da Pietro Martire Vermigli, si avvicinò alla Riforma. Nel 1551 si rifugiò nei Grigioni e poi a Ginevra, dove seguì le lezioni di Giovanni Calvino. Professore di Sacra Scrittura a Strasburgo (1553-63), fu pastore rif. a Chiavenna (1563-67) e professore di teol. a Heidelberg (1568-78) e Neustadt. Fu autore di numerosi commentari e trattati teol. di grande acutezza ed erudizione.


Opere
La fede cristiana, a cura di E. Fiume, 2011
Bibliografia
– G. Zucchini, Riforma e società nei Grigioni, 1978
– C. J. Burchill, «G. Zanchi», in Sixteenth Century Journal, 15, 1984, 185-207

Autrice/Autore: Emidio Campi