No 1

Scartazzini, Giovanni Andrea

nascita 30.12.1837 Bondo (oggi com. Bregaglia), morte 10.2.1901 Fahrwangen, rif., di Bondo. Figlio di Bartolomeo, notaio, e di Clara Picenoni. ∞ Maria Sophia Lehnen, di Twann. Dopo gli studi in Bregaglia (interrotti), ottenne la licenza liceale all'Ist. delle missioni evangeliche di Basilea e frequentò le Univ. di Basilea e di Berna. Fu pastore a Twann, Abländschen, Melchnau, Soglio e Fahrwangen, e docente di it. alla scuola cant. di Coira (1871-74). Accanto alla cura d'anime, si dedicò assiduamente all'interpretazione dell'opera dantesca, sulla quale pubblicò numerosi saggi. Il suo capolavoro rimane La Divina Commedia (...) riveduta nel testo e commentata (Lipsia, 1874-82). Questo commento fu rimaneggiato, sull'edizione minore (Milano, 1893), da Giuseppe Vandelli, e in tale forma rimase per decenni il commento più letto. Manca tuttavia uno studio su quanto S. ha portato di nuovo e quanto Vandelli ha omesso e che si è recuperato più tardi.


Opere
Dante-Handbuch, 1892
Scritti danteschi, a cura di M. Picone, J. Bartuschat, 1997
Bibliografia
– R. Roedel, G.A. Scartazzini, 1969
QGI, 71, 2002, 135-155

Autrice/Autore: Remo Fasani