09/07/2008 | segnalazione | PDF | stampare

Hombrechtikon

Com. ZH, distr. Meilen, situato tra il lago di Zurigo e l'Oberland zurighese. L'irregolarità topografica dell'area impedì la formazione di un unico nucleo. Il nome (ca. 1200: Humbrechtigkon; 1217: Hunbrechticon) si riferisce all'insieme delle frazioni e delle numerose fattorie isolate (97 insediamenti), fra cui Lützelsee (745: Lucikinse) e Feldbach (873: Velepach). Pop: 617 ab. nel 1634, 1501 nel 1772, 2649 nel 1850, 2292 nel 1900, 3079 nel 1950, 6001 nel 1980, 7246 nel 2000.

Nei pressi di Feldbach sono state rinvenute tracce della cultura di Pfyn e sulla riva del lago resti di epoca romana. Nell'VIII sec. sono attestati beni dell'abbazia di San Gallo, nel basso ME di quella di Einsiedeln. Con la signoria di Grüningen, H. passò agli Asburgo quale feudo sangallese nel 1273 e fu poi ceduto in pegno ai Gessler (1374) e a Zurigo (1408). Nel 1450 alcune curtes vennero attribuite al baliaggio di Stäfa. H. fu incorporato nel distr. elvetico di Meilen (1798), nel distr. di Horgen durante la Mediazione (1803) e infine nel baliaggio (Oberamt, 1814), poi distr. (1831) di Meilen. In origine, H. faceva parte della parrocchia di Ufenau, amministrata da Einsiedeln. Una cappella romanica dedicata a S. Nicola è menz. nel 1308, un parroco nel 1369. Nel 1492-95 furono attribuite alla parrocchia di H. alcune curtes che fino ad allora avevano fatto capo a Dürnten. Durante la Riforma fu perfezionata la separazione dalla parrocchia di Ufenau. Il campanile della chiesa tardogotica eretta nel 1513-24 venne conservato per l'edificio ancora esistente, opera tardiva di Jakob Grubenmann (1758-59).

Tradizionalmente rurale, l'economia subì un profondo cambiamento alla fine del XVII sec. con l'avvento dell'industria tessile. In quegli anni furono costruiti diversi edifici di pregevole qualità ad esempio a Lutikon, Lützelsee e Feldbach. Nel 1787 ca. un quarto dei residenti lavorava a domicilio (80 telai, 339 filatori). Nella prima metà del XIX sec. si insediarono lungo il Tobelbach (emissario del Lützelsee) numerose filande (seta e cotone), all'origine di una crescita demografica durata fino al 1870 ca. Dopo gli anni di crisi, nel 1901 ve ne era ancora una attiva. Le vie d'accesso furono determinate dalla posizione discosta di H.: nel ME erano incentrate sul lago con il traghetto di Schirmensee (collegamento con Ufenau e Zurigo) e la vecchia strada Zurigo-Rapperswil (SG). Il nuovo asse (1834-47) toccava solo la frazione di Feldbach. Un collegamento fra il centro industriale di Rüti (ZH) e il lago di Zurigo passando per H. fu realizzato negli anni 1833-52. Nel 1894 venne inaugurata la linea Zurigo-Meilen-Rapperswil (stazione di Feldbach), fra il 1901 e il 1948 fu in funzione la linea Uerikon-Bauma (stazione di H.). La struttura economica subì continue modifiche, sempre a scapito del settore primario. La crescita del pendolarismo in uscita ha trasformato H. in un com. residenziale.


Bibliografia
– H. Bühler, Geschichte der Kirchgemeinde Hombrechtikon, 1938
– M.-A. Lutz, Aus der Dorf- und Kirchengeschichte Hombrechtikon, 1999

Autrice/Autore: Christine Barraud Wiener / ato