23/06/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Aetigkofen

Com. SO, distr. Bucheggberg; (1034: Etikhouen). Villaggio compatto situato nella conca dell'alto Mühletal, sul versante orientale ai piedi dello Schöniberg, comprendente le fattorie di Mettlen e Chutzenhof. Pop: 144 ab. nel 1798, 189 nel 1850, 150 nel 1900, 145 nel 1950, 179 nel 2000. Reperti sparsi di epoca romana sullo Schöniberg. Sulla collina dell'Egg, nella foresta com. (al cosiddetto Schlosshubel), si trova un terrapieno di forma quadrangolare, forse di epoca celtica, non ancora studiato. Secondo una fonte del 1034, l'antica chiesa di A. fu affidata a Voko, prete di Muri (AG). Il villaggio, che nel XIII/XIV sec. faceva parte della signoria di Buchegg, dopo il 1391 venne integrato nel territorio del baliaggio solettese di Bucheggberg; fino al 1798 la giurisdizione solettese di Aetingen vi deteneva i diritti di bassa giustizia, mentre l'alta giustizia spettava alla giurisdizione bernese di Zollikofen. Sul piano spirituale, il villaggio fa da sempre capo alla chiesa di Mühledorf, filiale della parrocchia rif. di Aetingen-Mühledorf. Ad A. si praticava la cerealicoltura in base al sistema di avvicendamento delle colture; la pop. era tenuta a versare le decime all'ospedale di Soletta. Nel 1797 venne soppresso il pascolo comune e nel 1811 i terreni collettivi furono assegnati ai Tauner. Nel villaggio, che ha conservato il suo carattere rurale, vi sono vari edifici del XVI-XVIII sec., di notevole pregio; la prima scuola risale al 1851. Dal 1970 è notevolmente aumentato il numero delle abitazioni (in particolare case unifam.); il centro multiuso, di importanza regionale, è stato inaugurato nel 1975.


Fonti
UB SO, 1, 11 sg.
Bibliografia
– P. Lätt, Bucheggberg, 1994, 88-95

Autrice/Autore: Peter Lätt / vfe