• <b>Wolfgang Capito</b><br>Incisione realizzata nel 1679 da  Peter Aubry (Universitätsbibliothek Basel).

No 1

Capito, Wolfgang

nascita 1478 (Wolfgang Köpfel) Hagenau (bassa Alsazia), morte 4.11.1541 Strasburgo. Figlio di Johannes, maestro fabbro (Fabricius) e Consigliere. ∞ 1) (1524) Agnes Roettel; 2) (1531) Wibrandis Rosenblatt. Studiò dapprima a Ingolstadt (medicina), poi a Heidelberg e a Friburgo in Brisgovia, conseguendo il titolo di dottore in teol. nel 1515. Dal 1515 al 1520 fu parroco nella cattedrale di Basilea ed ebraista nella cerchia di Erasmo da Rotterdam, dal 1520 corrispondente epistolare di Zwingli e dal 1523 preposito del capitolo di S. Tommaso a Strasburgo; nel 1528 partecipò alla Disputa di Berna. Nel dissidio sulla dottrina della Cena, C. fece da mediatore, assieme a Martino Bucero, fra Zwingli e Lutero (Confessio Tetrapolitana, 1530). Manifestò una simpatia critica verso gli anabattisti; nel 1532 svolse un ruolo determinante al secondo sinodo bernese in quanto capo dei negoziati ed estensore di parti degli atti.

<b>Wolfgang Capito</b><br>Incisione realizzata nel 1679 da  Peter Aubry (Universitätsbibliothek Basel).<BR/>
Incisione realizzata nel 1679 da Peter Aubry (Universitätsbibliothek Basel).
(...)


Bibliografia
– O. E. Strasser, Capitos Beziehungen zu Bern, 1928
TRE, 7, 636-640
– G. W. Locher (a cura di), Der Berner Synodus von 1532, 2 voll., 1984-1988
– A. Berchtold, Bâle et l'Europe, 1, 1990, 351-355

Autrice/Autore: Samuel Lutz / vfe