Granges (Veveyse)

Com. FR, distr. Veveyse dal 1848, situato sul versante settentrionale del Mont Pèlerin; (1134: per campos Grangiarum). Pop: 197 ab. nel 1811, 282 nel 1850, 331 nel 1900, 374 nel 1950, 420 nel 1980, 629 nel 2000. In località Beauregard sono state rinvenute tombe a cista di epoca merovingia. Nel ME G. faceva parte della signoria di Bossonnens. Amédée de Blonay e suo figlio, signori di Attalens e di Bossonnens, ne cedettero una parte, la grangia di Sâles, al convento di Hautecrêt nel 1134. Nel 1536 G. passò sotto la dominazione di Friburgo e fu annesso al baliaggio di Bossonnens (di Attalens dal 1615). Fece parte del distr. di Châtel-Saint-Denis dal 1798 al 1848. G. acquistò una metà della "abbazia di Sâles" nel 1563, l'altra nel 1810 (acquisita da Hauterive nel 1651). Il villaggio dipende dalla parrocchia di Attalens. La cappella di S. Nicola, distrutta alla fine del XIX sec., fu sostituita dall'attuale edificio nel 1933. Nel 1901 G. ottenne una fermata sulla tratta ferroviaria a scartamento ridotto Palézieux-Bulle. Tra il 1919 e il 1920 lavori di bonifica portarono all'ottenimento di 42 ettari di terreno coltivabile. Il com. conta numerosi pendolari, occupati soprattutto nel settore terziario. Sokymat SA (bobinaggio elettronico), fondata nel 1964, è diventata un'importante impresa di microprocessori.


Bibliografia
La Liberté, 9.8.1910
– I. Andrey, Le château et le bourg de Bossonnens au Moyen Age, ms., 1985

Autrice/Autore: Marianne Rolle / cpi