No 4

Gilliard, Frédéric

nascita 18.6.1884 Sion,morte 13.9.1967 Losanna, rif., di Fiez e Yverdon. Figlio di Edmond, propietario terriero, e di Marie Malherbe. Fratello di Edmond ( -> 2) e di Pierre ( -> 5). Cugino di Charles ( -> 1). ∞ Marguerite Emma Climent, figlia di Gustave Edouard, di Cartigny. Studiò architettura al Politecnico fed. di Zurigo (1904-09) e alla scuola di belle arti di Parigi (1909-10). Architetto a Losanna nel 1913, esperto per diversi restauri (castello di Chillon, cattedrale di Losanna), diresse quelli di numerosi edifici storici losannesi (quartiere della Cité), a Grandvaux (casa Buttin de Loès) e di una trentina di chiese romande, spec. nel cant. Vaud. Fu responsabile degli scavi archeologici nel sito di Vidy, dove nel 1936 aprì il primo Museo romano. Tra il 1918 e il 1931 costruì diversi quartieri e insediamenti abitativi per operai a Losanna. Tra le sue realizzazioni figurano anche chiese (Vennes e Bellevaux a Losanna, Bougy-Villars), numerosi edifici scolastici (Sainte-Croix, Renens, Perroy e Arnex, scuola di arti e mestieri a Losanna, in collaborazione con Charles Dubois e Jacques Favarger) e il reparto geriatrico dell'ospedale di Cery. Fondò la Soc. pubblica d'arte (1910), sezione vodese dell'Heimatschutz, fu segr. dello Schweizerischer Werkbund e pres. (1923-24) della Federazione architetti sviz.


Opere
– in collaborazione con H. Meyer, La maison bourgeoise en Suisse dans le canton de Vaud, 2 voll., 1925-1933
– in collaborazione con P. Grellet, Les châteaux vaudois, 1929
Archivi
– Dossier ATS presso ACV
– Scheda INSA, ACit Losanna
Bibliografia
– P. Margot, «F. Gilliard», in RHV, 1967, 177 sg.

Autrice/Autore: Olivier Pavillon / cor