Istituto Jean-Jacques Rousseau

Nel 1912 Edouard Claparède, succeduto a Théodore Flournoy a capo del laboratorio di psicologia della facoltà di scienze, fondò a Ginevra una scuola di scienze dell'educazione esterna all'Univ. comunemente chiamata Ist. Jean-Jacques Rousseau. Ne affidò la direzione al filosofo Pierre Bovet. Jean Piaget, assunto nel 1921, diede un nuovo slancio alla ricerca nel campo della psicologia infantile. Robert Dottrens, nominato nel 1925, promosse invece la partecipazione dell'Ist. alla formazione dei docenti ginevrini (1930). Nel 1929-30 Piaget e Dottrens riuscirono a ottenere l'accorpamento dell'Ist. alla facoltà di lettere con il nome di ist. di scienze dell'educazione. Nel 1933 Bovet fu affiancato da Piaget nella direzione. Divenuto interdisciplinare nel 1948, l'ist. fu suddiviso in due dip. distinti: quello di pedagogia, alla cui guida si succedettero Robert Dottrens, Samuel Roller e Laurent Pauli, e quello di psicologia, cui il direttore, Piaget, assicurò una vasta notorietà. Lo stesso Piaget fondò nel 1955 il Centro intern. di epistemologia genetica, frequentato da studiosi di tutto il mondo. L'ist. fu elevato a rango di scuola nel 1969 e annesso direttamente al rettorato dell'Univ. Nel 1971, in concomitanza con il pensionamento di Piaget, l'Univ. conferì allo statunitense Michael Huberman il compito di ricostituire un dip. di pedagogia. I due dip. furono uniti nel 1975 per formare la settima facoltà dell'Univ. di Ginevra, quella di psicologia e scienze dell'educazione.


Archivi
– Archivio dell'Ist. Jean-Jacques Rousseau, Ginevra
Bibliografia
– P. Bovet, Vingt ans de vie, 1932
– J. Piaget, «L'Institut des sciences de l'éducation (Institut Jean-Jacques Rousseau) de 1912 à 1956», in Histoire de l'Université de Genève, 4, all., 1959, 307-316
– M. Marcacci, Histoire de l'Université de Genève, 1987
La Faculté de psychologie et des sciences de l'éducation, 2005

Autrice/Autore: Daniel Hameline / sca