22/07/2015 | segnalazione | PDF | stampare

Biblioteca nazionale svizzera (BN)

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da immagini. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

La Biblioteca nazionale sviz. (BN), fondata con decreto fed. del 28.6.1894, entrò in funzione il 2.5.1895. Compito di questa istituzione autonoma del Dip. fed. dell'interno è la raccolta, la conservazione e la messa a disposizione di tutte le opere di autori sviz. o riguardanti la Svizzera pubblicate in patria o all'estero (Helvetica) e, dal 1911, di tutte le pubblicazioni uscite in Svizzera; inoltre deve collezionare anche cartoline, carte geografiche, ritratti, manifesti e partiture. Il servizio del prestito, istituito nel 1900, è gratuito per tutti gli utenti. Originariamente ubicata in una casa privata di Berna, la BN venne trasferita dapprima all'Archivio federale (1899) e in seguito alla sede della Hallwylstrasse a Berna (1931). La legge fed. sulle biblioteche del 1911 pose l'accento sull'importanza della raccolta e conservazione per le generazioni future. Poiché in Svizzera non vi è l'obbligo di consegnare un esemplare del testo (deposito legale), la BN deve fare affidamento sulla magnanimità delle case editrici e delle stamperie; la consegna di esemplari gratuiti è regolata da un contratto del 1915. La crescita annua delle entrate superò ogni previsione e portò negli anni '50 a problemi di spazio. Nel 1989 la BN, il Museo nazionale svizzero (MNS) e l'ufficio fed. della cultura sono stati riuniti in un nuovo ufficio fed. della cultura. La nuova legge sulle biblioteche (1992) ha esteso il mandato della BN a tutti i media dell'informazione e le ha conferito il ruolo di coordinatrice del settore bibliotecario. Nel 1993 è iniziato il processo di informatizzazione. Il compito prioritario - la raccolta delle opere - è completato da diversi fondi librari e documentari speciali, conservati presso la BN, che è anche editrice di parecchie bibliografie, fra cui il Bibliographisches Bulletin (dal 1901), la Bibliographie der Schweizergeschichte (dal 1958) e cataloghi di periodici sviz. ed esteri. Dal 1927 il catalogo generale raccoglie le nuove acquisizioni di tutte le biblioteche sviz. Nel 1991 la consegna del lascito di Friedrich Dürrenmatt ha posto le basi per la creazione dell'Archivio sviz. di letteratura, in cui è confluita la collezione dei manoscritti della BN.

Direttori della BN
1895-1908Johannes Bernoulli (1863-1920)
1909-1945Marcel Godet (1877-1949)
1946-1962Pierre Bourgeois (1897-1971)
1963-1965Roland Ruffieux (1921-2004)
1966-1989Franz Georg Maier (1925-2012)
1990-2005Jean-Frédéric Jauslin (*1954)
2005-Marie-Christine Doffey (*1958)

Fonti:BN

Statistica delle acquisizioni (volumi)
1895-1899208 882
1900-1909276 267
1910-1919141 611
1920-1929149 481
1930-1939186 449
1940-1949211 131
1950-1959280 075
1960-1969318 294
1970-1979513 788
1980-1989581 703
1990-1999605 117
2000-2009606 052
Totale (2009)4 033 596

Fonti:BN


Bibliografia
– P. Surchat «Die Schweizerische Landesbibliothek 1895-1995», in 1895-1995: il libro del centenario, a cura di O. Bauermeister, P. L. Surchat, 1995, 28-41
– W. Fuchs, «Die Modernität der Schweizerischen Landesbibliothek 1798-2001», in Bibliotheken bauen, a cura di S. Bieri, W. Fuchs, 2001, 305-344

Autrice/Autore: Pierre Surchat / ato