Vadomario e Gundomado

Vadomar (morte dopo il 371) e Gundomad (morte 357) furono re degli Alemanni. Dalla regione della Brisgovia, in cui si erano stabiliti, i due fratelli fecero incursioni in Gallia fino a quando furono battuti nel 354 dall'imperatore Costanzo II (Ammiano Marcellino, Storie, 14, 10, 1) con cui stipularono una pace che li incluse nella sua clientela (356). Tuttavia, i soldati di Vadomar, stanziati di fronte a Kaiseraugst (Storie, 18, 2, 16), non rispettavano questo accordo. Inoltre, nel 359, Vadomar fu segretamente incitato da Costanzo II ad attaccare l'esercito di Giuliano - suo giovane parente e allora Cesare - che stava diventando troppo potente dopo aver battuto gli Alemanni a Strasburgo nel 357 (Storie 21, 3, 4-5). Sconfitto, Vadomar divenne alleato di Giuliano, ma avendo attaccato la Rezia (361) fu catturato da quest'ultimo e confinato in Spagna. In seguito fece carriera nell'esercito romano. Alleato degli imperatori, servý loro da strumento di politica interna.


Bibliografia
– AA. VV., The Prosopography of the Later Roman Empire, 1, 1971, 928
– D. Geuenich, Geschichte der Alemannen, 1997, 50-53

Autrice/Autore: Gabrielle Duchoud / lsa