No 1

Rima, Tommaso

nascita 11.12.1775 Mosogno, morte 26.2.1843 Venezia, catt., di Mosogno. Figlio di Giacomo Antonio e di Maria Zaveria Picchioni. ∞ 1) una Maria Antonia; 2) (1814) Teresa Lalatta, marchesa, di Parma. Divenne dottore in medicina (1796) e chirurgia (1798) a Roma. Fu chirurgo-maggiore al servizio della Francia, capochirurgo degli ospedali militari di Modena (1803) e Milano (1807), poi di tutti gli ospedali militari del Regno d'Italia (1807), professore di chirurgia a Milano (1808), capochirurgo dell'ospedale militare di Mantova (1811), medico e chirurgo a Pavia (1814), capochirurgo dell'ospedale di Ravenna (1820) e dell'ospedale provinciale di Venezia (1822). Autore di trattati sulla chirurgia, descrisse per primo il movimento inverso del sangue venoso come causa ed effetto delle varici delle gambe, che curò mediante interventi chirurgici (legatura della safena).


Fonti
– A. Rima (a cura di), Autobiografia di T. Rima (1775-1843), 1987
Bibliografia
– L. Belloni (a cura di), ĞL'autobiografia del chirurgo T. Rimağ, in Gesnerus, 10, 1953, 151-186

Autrice/Autore: Hubert Steinke / mdi