No 1

Bianconi, Giovanni

nascita 22.3.1891 Minusio, morte 7.3.1981 Minusio, catt., di Mergoscia. Figlio di Alessandro, dapprima emigrato in America e poi contadino, e di Margherita Rusconi. Fratello di Piero ( -> 2). ∞ Rita Planzi. Studi˛ presso la scuola di arti applicate di San Gallo e l'Acc. delle belle arti di Stoccarda. Attivo quale insegnante di disegno, ha lavorato in tre settori: l'arte silografica, la poesia in dialetto e l'etnografia. Le silografie (quasi 500, per un terzo ritratti, il resto paesaggi) offrono echi dell'espressionismo ted. La poesia in dialetto tende fortemente al reale e privilegia temi come la morte e un mondo in bilico tra civiltÓ contadina e industrializzazione. Importanti sono pure i suoi numerosi studi etnografici.


Opere
Val Verzasca, 1966 (19802)
Ticino rurale, 1971
Costruzioni contadine ticinesi, 1982
Un gŘst da pan da segra, a cura di S. Bianconi e R. Martinoni, 1986
Bibliografia
– AA. VV., Donazione G. Bianconi, cat. mostra Locarno, 1995
– G. Bonalumi et al. (a cura di), Cento anni di poesia nella Svizzera italiana, 1997, 93-103

Autrice/Autore: Renato Martinoni