25/04/2005 | segnalazione | PDF | stampare | 

Cancelliere della Confederazione

Nell’edizione a stampa questo articolo Ŕ corredato da un’immagine. ╚ possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

La Costituzione fed. del 1848 affid˛ al cancelliere della Conf. la direzione della Cancelleria del Consiglio fed. e del parlamento bicamerale. Come i Consiglieri fed., il cancelliere viene eletto dall'Assemblea fed. (Camere riunite) per un periodo di quattro anni, a differenza del vicecancelliere (risp. dei due vicecancellieri), che viene invece nominato dal Consiglio fed. Fino al 1926 il cancelliere ebbe il compito di redigere i verbali delle sedute del Consiglio nazionale e dell'Assemblea fed. riunita e cur˛ la pubblicazione della Raccolta officiale delle leggi fed., decreti e regolamenti della Conf. sviz. e del Foglio fed., che raccoglieva lavori preparatori e altri decreti delle autoritÓ fed. Mentre fra il 1848 e il 1919 questo incarico acquisý notevole peso politico, fra il 1918 e il 1967 esso venne sempre pi¨ limitato ai lavori di cancelleria, divenendo la tappa finale che coronava una carriera amministrativa. Solo nel 1967, dopo lo scandalo legato all'affare Mirage, il cancelliere torn˛ a essere il vero capo di stato maggiore del Consiglio fed., con diritto di presentare istanze e voto consultorio nelle sedute dell'esecutivo, il che gli valse il titolo, di fatto inappropriato, di "ottavo Consigliere fed.". Il cancelliere assiste il pres. della Conf. nella preparazione e nella conduzione delle sedute del Consiglio fed.; dirige inoltre la conferenza dei segr. generali. La carica, cui viene conferita grande importanza, viene normalmente assegnata dopo un confronto elettorale (soltanto nel 1909 e nel 1925 si present˛ un solo candidato). Sebbene il primo esponente catt. conservatore si sia candidato nel 1919 e il primo socialista nel 1943, la carica fu ricoperta da un radicale fino al 1943, quando venne eletto un catt. conservatore. Il primo cancelliere fed. socialista entr˛ in carica nel 1981; la prima donna cancelliere Ŕ stata eletta nel 2000; dal 1848 al 1934 la carica fu ricoperta unicamente da svizzeroted. In genere i cancellieri fed. hanno una formazione giur. Nel 1851 il vicecancelliere sostituý il segr. di Stato della Conf.; doveva redigere i verbali del Consiglio degli Stati e del Consiglio fed. e fare le veci del cancelliere in sua assenza. Fra il 1895 e il 1951 ai cancellieri di lingua madre ted. venne assegnato un secondo vicecancelliere, cui competeva la supervisione delle circolari e delle ordinanze in franc. Dal 1967 la cancelleria fed. dispone di nuovo ufficialmente di due vicecancellieri, che oltre ad assumere compiti direttivi all'interno della stessa cancelleria devono redigere i verbali delle sedute del Consiglio fed. e informare l'opinione pubblica.

Cancellieri della Confederazione in carica dal 1848
Anno parlamentareCancelliere/CancellieraPartitoCantone d'origineLingua madre
1848-1881 Johann Ulrich SchiessliberaleARtedesco
1882-1909 Gottlieb Ringierliberale conservatore/PRDAGtedesco
1909-1918Hans SchatzmannPRDAGtedesco
1919-1925Adolf von SteigerPRDBEtedesco
1925-1934Robert KńslinPRDNW/AGtedesco
1934-1943George BovetPRDNEfrancese
1943-1951Oskar Leimgrubercattolico conservatoreFR/AGtedesco
1951-1967Charles OserPRDBSfrancese
1968-1981Karl HuberPDCSGtedesco
1981-1991Walter BuserPSSOtedesco
1991-1999Franšois CouchepinPRDVSfrancese
2000-Annemarie Huber-HotzPRDZGtedesco

Fonti:Cancelleria federale; autore


Bibliografia
NZZ, 25.6.1981; 21.10.1999
– M. Klaus (a cura di), Quelle chance pour nos institutions, 1995, 197-203
– AA. VV., Miscellanea: Cancelleria dello Stato: stato maggiore al centro dei processi decisionali, 2000

Autrice/Autore: Hans-Urs Wili / ddo