• <b>Cantone direttore</b><br>Apertura solenne della Dieta federale a Zurigo nel 1807; acquatinta di  Franz Hegi (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammlung und Fotoarchiv). La cerimonia ebbe luogo nel Grossmünster sotto la presidenza del Landamano della Svizzera, Hans von Reinhard, borgomastro di Zurigo.

Cantone direttore

La storia del cant. direttore può essere suddivisa in tre fasi: dalla nascita e dallo sviluppo della Confederazione al 1798, gli anni della Mediazione (1803-13), e dal Patto fed. del 1815 alla Costituzione fed. del 1848 (Restaurazione, Rigenerazione).

Fino al 1798 il cant. direttore era quello che invitava gli altri cant. conf. alla Dieta federale e ne presiedeva i negoziati; sino alla fine del XV sec. ca. questo ruolo venne ricoperto spec. da Zurigo e Lucerna. L'affermazione successiva (e definitiva) di Zurigo si spiega con due fattori: da un lato la città-cant. di Zurigo figurava sempre al primo posto fra i firmatari dei Patti fed. stipulati tra la stessa Zurigo e gli altri Conf.; dall'altro gli inviati zurighesi divennero pres. ordinari delle sedute dedicate ai resoconti annui (amministrativi e giur.) del baliaggio comune di Baden, divenuto tale nel 1415 dopo la conquista della contea di Baden da parte dei vecchi otto cant.; nel corso degli anni problemi ordinari concernenti l'intera Conf. entrarono a far parte con sempre maggiore frequenza dell'ordine del giorno di questa seduta annuale, rafforzando sensibilmente la posizione di Zurigo sul piano conf. e quale cant. direttore. Dopo la scissione confessionale della Conf. nel XVI sec., Lucerna si profilò di fatto come cant. direttore dei cant. catt. e divenne sede delle loro riunioni separate. Alla fine del sec. prese piede una forma di ripartizione dei compiti fra i cant. conf., che si rafforzò ulteriormente nel XVII e XVIII sec.: la cancelleria di Lucerna si occupava dello scambio di informazioni fra i cant. centrali e Zurigo, mentre quella di Berna curava i rapporti con i Paesi alleati della Svizzera franc. Sciaffusa gestiva la corrispondenza con Rottweil, e Soletta quella con il principe vescovo di Basilea a Porrentruy; Uri trasmetteva informazioni tra la Dieta, i baliaggi sudalpini e le decanie vallesane.

L'Atto di mediazione del 1803 modificò la funzione del cant. direttore, esercitata a rotazione (per un anno) dal cant. in cui si riuniva il Direttorio elvetico: Friburgo, Berna, Soletta, Basilea, Zurigo e Lucerna. Il borgomastro o lo scoltetto del cant. di turno ricopriva la carica di pres. e rappresentava la Conf. all'estero in qualità di Landamano della Svizzera; ogni anno la Cancelleria fed., unica istituzione permanente, si trasferiva nel nuovo cant. direttore.

Il Patto fed. del 1815 ridusse il numero dei possibili cant. direttori a tre: Zurigo, Berna e Lucerna svolsero alternativamente tale funzione - sempre nello stesso ordine, a turni di due anni e con competenze limitate - fino al 1847.

<b>Cantone direttore</b><br>Apertura solenne della Dieta federale a Zurigo nel 1807; acquatinta di  Franz Hegi (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammlung und Fotoarchiv).<BR/>La cerimonia ebbe luogo nel Grossmünster sotto la presidenza del Landamano della Svizzera, Hans von Reinhard, borgomastro di Zurigo.<BR/>
Apertura solenne della Dieta federale a Zurigo nel 1807; acquatinta di Franz Hegi (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammlung und Fotoarchiv).
(...)


Bibliografia
– R. Joos Die Entstehung und rechtliche Ausgestaltung der Eidgenössischen Tagsatzung bis zur Reformation, 1925
– R. Müller, Die eidgenössische Tagsatzung im 18. Jahrhundert, tesi dottorato Zurigo, 1946
– W. Aemissegger Die gemeineidgenössische Tätigkeit der Tagsatzung 1649-1712, 1947
HbSG

Autrice/Autore: Martin Körner / vfe