Tutti gli articoli:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
(prime lettere della voce cercata)
 
   
ACCADDE OGGI
140 anni fa nasceva Jan Kucharzewski.

70 anni fa moriva Rudolf Hunziker.
IN EVIDENZA

Il 24 maggio 1966 viene inaugurata la raffineria di petrolio di Cressier (NE).

Bicentenario del soggiorno di Lord Byron in Svizzera (20 maggio-10 ottobre 1816).

Il 14 maggio 1955 la maggior parte dei Paesi del blocco comunista concludono il patto di Varsavia.

NEWSLETTER
Il DSS offre una newsletter nelle tre lingue ufficiali [ per abbonarsi ].

CONTATTO
Dizionario storico della Svizzera, +41 31 313 13 30,


05/2016

Nomina al DSS

Il concorso pubblico indetto per la carica di direttore del DSS si è concluso con la nomina di Christian Sonderegger, che assumerà questa funzione dal 1o gennaio 2017 (Comunicato stampa dell’Accademia svizzera di scienze umane e sociali, ASSU: PDF in francese o tedesco).

Christian Sonderegger non è certo un volto nuovo per il DSS, al cui servizio mette a disposizione il proprio talento e le proprie competenze dal 1992.  È stato scelto all’interno di una rosa di candidati di qualità per la sua capacità di condurre e motivare una squadra e di definire e progettare l’avvenire del nostro Dizionario storico nell’era delle Digital Humanities.

Il DSS diverrà nel gennaio 2017 un’impresa dell’ASSU, portando colui che si farà carico della direzione a confrontarsi con nuove sfide. Sono certa che Christian Sonderegger saprà affrontarle con successo, sicuro della fiducia e del sostegno di tutti i collaboratori del DSS. A lui rivolgo l’augurio di buon lavoro e di tante soddisfazioni alla testa del DSS.

Martine Brunschwig Graf, presidente del Consiglio di fondazione del DSS

 

Attualità / Il tema attuale
04/2016

Anniversari artistici: uno sguardo sul XX secolo

Jean Tinguely (25 anni), la Collection de l’art brut (40 anni), Alberto Giacometti (50 anni) e Dada (100 anni): il DSS vi propone di gettare uno sguardo sull’arte e gli artisti del secolo scorso.

Dada
100 anni fa Dada decolla da Zurigo, nel bistrot divenuto celebre con il nome di Cabaret Voltaire. Sorto in reazione agli sconvolgimenti della prima guerra mondiale, questo movimento letterario e artistico adotta forme di espressione nuove e provocatrici. Ne sono all’origine alcuni esiliati: la coppia tedesca formata da Hugo Ball ed Emmy Hennings, i rumeni Tristan Tzara e Marcel Janco, nonché l’artista alsaziano Jean Arp, morto a Basilea 50 anni fa. Pure Sophie Taeuber-Arp figura tra gli esponenti della cerchia dadaista zurighese. In seguito il movimento Dada si internazionalizzerà, mentre a Zurigo cesserà già nel 1919.

I Giacometti
Scomparso 50 anni fa, il grigionese Alberto Giacometti si impone come uno dei più grandi artisti svizzeri del XX secolo. La rappresentazione dell’essere umano costituisce il tema centrale della sua opera, come testimoniano le sue celeberrime sculture filiformi (Scultura). Suo padre Giovanni risulta tra i fondatori della pittura moderna in Svizzera. Augusto e Diego contribuirono a consolidare la fama dei Giacometti quale famiglia di artisti.

Macchine bizzarre
Tra i rappresentanti dell’arte contemporanea, Jean Tinguely, spentosi 25 anni fa, è stato uno dei primi artisti svizzeri a imporsi sulla scena americana. Rappresentante di una nuova generazione ribellatasi al modernismo negli anni 1950-60, le sue macchine assurde hanno acquisito una grande popolarità. Non a caso, nella lingua francese l’espressione «machine à Tinguely» è entrata nel linguaggio corrente. Tinguely e sua moglie Niki de Saint Phalle hanno realizzato diverse opere insieme.

Art brut
La Collection de l’art brut festeggia il suo 40o compleanno. È stata creata grazie all’iniziativa del francese Jean Dubuffet, donatore della sua collezione alla città di Losanna. Sono considerate art brut le opere di persone senza formazione artistica, emarginate o internate in ospedali psichiatrici. Aloïse , Louis Soutter e Adolf Wölfli ne sono degli esponenti di spicco.

Aspetti generali
Art brut | Arte, mercato dell’ | Arte contemporanea | Arti decorative | Cabaret | Dada | Liberty | Pittura | Scultura

Scelta di biografie
Aloïse | Dubuffet, Jean | Giacometti, Alberto | Giacometti, Augusto | Giacometti, Diego | Giacometti, Giovanni | Saint Phalle, Niki de | Soutter, Louis |Tinguely, Jean | Wölfli, Adolf
Dada: Arp, Hans [Jean] | Ball, Hugo | Ball [-Hennings], Emmy | Huelsenbeck, Richard | Janco, Marcel | Richter, Hans | Schad, Christian | Serner, Walter | Taeuber-Arp, Sophie | Tzara, Tristan


02/2016

DSS 2016: in viaggio verso un nuovo dizionario

La nascita del Nuovo DSS online e multimediale si avvicina. Nel 2016 si concluderanno infatti i lavori concettuali e saranno avviati diversi progetti pilota che sfoceranno nel lancio del nostro nuovo prodotto nel 2017. Vi invitiamo a scoprire le principali innovazioni di questo ambizioso progetto nel Management Summary, riassunto della sua concezione globale.

Il 2016 segna pure lo scioglimento della Fondazione Dizionario storico della Svizzera: il 1° gennaio 2017 il DSS diventerà un’impresa dell’Accademia svizzera di scienze umane e sociali.

Sempre nel 2016 l’e-DSS, l’attuale versione online del DSS, conoscerà un importante sviluppo, in particolare grazie all’integrazione degli infografici dell’edizione a stampa. Nel corso dell’anno la nostra home page vi illustrerà con regolarità tutte le novità concernenti il DSS e non mancherà di proporvi una scelta di argomenti storici nelle rubriche "Il tema attuale" e "In evidenza", inaugurate nel 2015.

 

 

Abbonatevi alla newsletter

Il DSS offre una newsletter nelle tre lingue ufficiali [ per abbonarsi ].