Tutti gli articoli:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
(prime lettere della voce cercata)
 
   
NEWSLETTER
Il DSS offre una newsletter nelle tre lingue ufficiali [ per abbonarsi ].
ICONOGRAFIA DSS
Qui trova gli elenchi di tutte le voci corredate di immagini e infografiche.
ACCADDE OGGI
200 anni fa nasceva Ludwig Simon.

300 anni fa moriva Johann Rudolf Bucher.
IN EVIDENZA

Il 18 febbraio 1969 un commando armato del Fronte popolare per la liberazione della Palestina apre il fuoco a Kloten su un aereo israeliano (Terrorismo).

Il 5 febbraio 1902 Giulio Silvestrelli, ministro italiano a Berna, inoltra una richiesta alle autorità svizzere affinché Luigi Bertoni venga perseguito penalmente (affare Silvestrelli).

Il villaggio francese di Le Cerneux-Péquignot diventa ufficialmente neocastellano nel febbraio 1819.

CONTATTO
Dizionario storico della Svizzera, +41 31 313 13 30,

Attualità / Attualità DSS
12/2018

Ecco il nuovo DSS digitale! 

È con grande gioia che il team del Dizionario storico della Svizzera vi presenta la prima versione del nuovo dizionario digitale sulla storia svizzera!  

Qui si va direttamente alla versione Beta

Quando la fondazione Dizionario storico della Svizzera, istituita nel 1988, ha formulato i suoi scopi, ha dato prova di grande lungimiranza: dopo la conclusione dell’edizione a stampa, il dizionario avrebbe infatti dovuto proseguire sotto forma di una “banca dati elettronica”. Il prospettato futuro elettronico del DSS è diventato realtà molto prima del previsto. Già nel 1998, anticipando di tre anni Wikipedia e ancora prima che fossero pubblicati i primi volumi, il dizionario era in rete. La versione online in seguito è cresciuta e con il tempo ha addirittura superato in velocità l’edizione a stampa, portata a termine nel 2014. Ora il DSS compie il prossimo grande e visibile passo verso un futuro completamente digitale.


Negli ultimi anni abbiamo lavorato intensamente per far sì che la nuova presenza web fosse più del proverbiale vino vecchio in botti nuove. L’indicizzazione di tutte le 36'000 voci costituisce la base per accedere agli articoli con nuove funzionalità di ricerca, ossia tramite canali tematici, cronologici e geografici o per categorie di voci. In futuro anche immagini e infografiche saranno accessibili in maniera sistematica. I contenuti dell’edizione a stampa, il fondamento su cui poggerà ancora a lungo il DSS digitale, diventeranno così visibili e fruibili in una veste del tutto nuova. Ci auguriamo quindi di offrire alle nostre lettrici e ai nostri lettori percorsi nuovi e inattesi per scoprire la ricchezza e la varietà delle voci che compongono il dizionario.

 
Come succede spesso nel caso di progetti fortemente dipendenti dall’evoluzione della tecnologia dell’informazione, la messa in servizio della versione Beta ha subito un ritardo rispetto alla pianificazione. Per tutte le persone coinvolte, compresi i fornitori dei servizi IT, la via per arrivare a questo traguardo è stata piena di incognite. Non si trattava infatti solo di realizzare un nuovo sito web, ma di digitalizzare tutta l’impresa. Abbiamo sicuramente sottovalutato la complessità dei lavori e il fatto di essere, e di voler rimanere, un progetto convintamente plurilingue non ha certo semplificato il compito.

  
Naturalmente il rinnovo del DSS va ben oltre il “semplice” progetto IT. Anche sul piano dei contenuti per il dizionario inizia una nuova fase di sviluppo. Se fino al 2014 era l’ordine alfabetico a dettare il ritmo di produzione, in futuro il DSS si orienterà in primo luogo allo stato della ricerca storiografica e cercherà di colmare carenze e lacune già note o che emergono man mano. Nel 2017 sono stati avviati i primi progetti pilota in tal senso e la versione Beta contiene già nuove voci raggruppate per tema. In linea con l’uscita del DSS nella sua nuova veste digitale, pubblichiamo dapprima una serie di articoli sulla storia della digitalizzazione. Per evidenziare tutta la gamma delle voci, il prossimo progetto che presenteremo si colloca invece all’altro estremo dell’arco cronologico ed è incentrato sui siti palafitticoli del Neolitico e dell’età del Bronzo nell’area della Svizzera francese.


Abbiamo alle spalle una fase di concezione e di realizzazione di quattro anni, durante la quale abbiamo sviluppato, ma anche scartato, numerose idee. Ciò che mostriamo oggi è una selezione ristretta di quello che abbiamo salvato e potuto realizzare con le risorse disponibili. Questo momento non significa, tuttavia, un punto di arrivo, ci consideriamo piuttosto ai blocchi di partenza: già durante la fase Beta saranno sviluppate altre funzionalità e caricati contenuti nuovi o rielaborati.


Vi invitiamo quindi cordialmente a esplorare a fondo la versione Beta del DSS e ci rallegriamo di ricevere i vostri riscontri o suggerimenti! 

Qui si va direttamente alla versione Beta


Rimanete aggiornati! – Iscrivetevi alla newsletter del DSS

 

 

Share on Facebook Share on Twitter Share on Google Share by email
 

Abbonatevi alla newsletter

Il DSS offre una newsletter nelle tre lingue ufficiali [ per abbonarsi ].