Tutti gli articoli:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
(prime lettere della voce cercata)
 
   

05/2017

In memoria di Giuseppe Chiesi (1950-2017)

Il 20 maggio 2017 si è spento a Bellinzona Giuseppe Chiesi. Dopo gli studi presso l’Università di Berna, Chiesi ha collaborato alle collane Helvetia Sacra dal 1975 e Materiali e documenti ticinesi dal 1978 al 1987. Attivo presso l’Archivio di Stato a Bellinzona dal 1987 al 1995, in seguito ha diretto l’Ufficio cantonale dei beni culturali dal 1995 al 2013.

Specialista fra i più autorevoli della storia medievale ticinese, è stato un autore prolifico. Si segnalano monografie dello spessore di Bellinzona ducale. Ceto dirigente e politica finanziaria nel Quattrocento, tesi di dottorato apparsa nel 1988, e, fra le più recenti, Storia del Ticino, del 2015. Affiancandosi ai tre precedenti tomi curati da Raffaello Ceschi, quest’opera collettanea, di cui Chiesi è stato curatore insieme a Paolo Ostinelli, completa con i capitoli consacrati ad antichità e Medioevo la sintesi delle vicende storiche ticinesi. Chiesi si è distinto anche per l’importante attività nell’edizione di fonti, con pubblicazioni del respiro di Ticino ducale, ma pure con iniziative di taglio più divulgativo come Il Medioevo nelle carte.

Anche il DSS ha potuto beneficiare delle solide conoscenze di Giuseppe Chiesi, che è stato membro del Consiglio di fondazione dal 1997 al 2004. Accanto a diverse voci biografiche e di famiglia del ceto dirigente subalpino e ai contributi su località del Sopraceneri, recano la sua firma anche le parti sulla Svizzera italiana di articoli tematici quali Signoria fondiaria e Nobiltà e quelle sul periodo medievale della voce sul cantone Ticino.

Il DSS serberà sempre con gratitudine il ricordo di Giuseppe Chiesi.

La redazione

 

Share on Facebook Share on Twitter Share on Google Share by email